Saldi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Saldi

Messaggio  presidente il Ven Giu 13, 2008 3:19 pm

Quando si fanno acquisti durante il periodo dei saldi, capita di sovente che nascano delle divergenze fra il venditore e il consumatore. Le domande più frequenti sono: ma i saldi vanno applicati su tutta la merce venduta? E se il prodotto è difettoso si può chiedere il cambio? In questa sezione si trovano notizie sulla la normativa vigente e consigli utili su come comportarsi nel caso in cui questa non venga rispettata.


Saldi - La sostituzione del prodotto difettoso
Spesso arrivano lamentele da parte dei consumatori che riguardano per la maggior parte la sostituzione dei prodotti fallati o difettosi in periodo di saldi.
Il fatto è che molti negozianti continuano a far finta di non sapere che sono responsabili del difetto del prodotto ai sensi degli articoli 128 e seguenti del codice del consumo (decreto legislativo n. 206/2005), che sia in saldo o che non lo sia e che sono tenuti ad eliminare il difetto, a sostituire il prodotto o rimborsare il prezzo qualora tali rimedi non siano possibili. Ed è pertanto illegittimo il rifiuto dei negozianti alla restituzione del denaro (nel caso in cui riparazione e sostituzione non siano possibili) e non è plausibile la scusa dell’impossibilità di annullare fiscalmente l’operazione di cassa anche nei giorni successivi all’acquisto. A smentire i negozianti è ancora una volta la legge, vale a dire l’articolo 8 del decreto ministeriale 30 marzo 1992 e una successiva circolare del ministero delle finanze del 5 giugno 1992. Infatti il registratore di cassa ha, proprio a questo scopo, il tasto per evidenziare sullo scontrino “eventuali rimborsi per restituzione di vendite”.


Saldi - Possono essere parziali
In molti negozi che fanno i saldi ci sono discussioni con i consumatori perché non tutti i prodotti sono scontati: alcuni sono venduti a prezzo pieno. Premesso che ogni negoziante è libero di fare o non fare i saldi (ma, se li fa e mette il cartello, deve rispettare le regole), va chiarito che l’art. 15 del decreto legislativo n. 114/1998 ha stabilito che i saldi “riguardano i prodotti, di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un certo periodo di tempo”. Ciò significa, in pratica, che il negoziante può decidere di vendere a prezzo pieno una parte dei prodotti del negozio. Anche le vendite promozionali possono essere effettuate “per tutti o una parte dei prodotti merceologici”. Soltanto le vendite di liquidazione devono essere effettuate dal dettagliante al fine di vendere “tutte le proprie merci”, mentre le vendite sottocosto possono riguardare solo 50 prodotti.
avatar
presidente

Maschile
Numero di messaggi : 22
Localizzazione : Tivoli (RM)
Data d'iscrizione : 01.10.07

Vedi il profilo dell'utente http://www.consumatorieuropei.org

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum